La parola circo è sinonimo di divertimento, specialmente per i bambini. Quindi se sei in procinto di organizzare una festa per tuo figlio rifletti: i giochi circensi non possono mancare. Ma quali sono? Come realizzarli? Ecco tutto quello che devi sapere al riguardo.

Giochi circensi,un diverimento che viene da tempi lontani


Lo sai? Il circo nasce all'epoca degli antichi romani ed era basato sulle corse dei carri in aree ed edifici destinati a questa forma di spettacolo ed intrattenimento (il Circo Massimo a Roma ad esempio è il più famoso). E' solo però a partire dal 1700 che nasce il circo così come lo intendiamo noi con pagliacci, giocolieri, addestratori di animali e trapezisti. Il divertimento è rimasto il tradeunion della storia del circo, di cui gli ammiratori principli sono sempre stati e saranno i più piccini. Quante risate con il clown che cade e fa cose buffe! Ma che meraviglia osservare con il naso al'insù i trapezisti alle prese con volteggi ed altalene sospese. Numerosi però sono anche i giochi circensi di abilità ad affascinare i bambini, riproducibili in una festa di compleanno in casa: bastano esperti animatori e le attrezzature semplici del caso. Si può scegliere di organizzare un evento a tema circo, con spettacoli ad hoc (ad esempio con un giocoliere professionista) oppure abbinarci un laboratorio di giochi circensi in cui festeggiato ed amichetti imparano i "segreti del mestiere".

 

Giochi circensi per bambini,i più divertenti

Ma quali sono questi giochi? Sostanzialmente quelli più semplici, in modo che il bambino possa riuscire nell'intento di ripeterli, escludendo così ogni forma di frustrazione. Molto dipende dall'età. Fino a 6 anni per loro è meglio osservare: non hanno ancora la psicomotricità adeguata a determinati giochi. Dopo i 7 via libera alla pratica. Qualche esempio?

 

  • Piattini cinesi. Tipici della giocoleria base sono composti da un piatto di plastica particolare ed un bastoncino lungo di legno: l'obiettivo è quello di farli girare mantenendoli in equilibrio.

  • Kiwido o Kiwi-Do: il gioco consiste nel far roteare intorno al proprio corpo delle strisce colorate realizzando a ritmo di musica delle coreografie. Il kiwido ha un'impugnatura in tessuto collegata ad un filo spesso alla cui estremità c'è un pesetto (che permette la roteazione) da cui partono le fasce di stoffa dai mille colori. E' facile e divertente.

  • Toss juggling: è la specialità di giocoleria che prevede il lancio in aria di più oggetti (palline, birilli, cerchi, cappelli, eccetera) e la loro ripresa al volo senza farli cadere a terra: ci vogliono concentrazione equilibrio e manualità, ma non è un'impresa impossibile, neppure per un bimbo.

  • Acrobazie. Tutte quelle più semplici ed adatte all'età. Ad esempio con l'ausilio di tappetini i bambini possono cimentarsi in divertenti capriole, imparando a realizzarle senza farsi male.

 


Perché scegliere i giochi circensi per tuo figlio?


Questo tipo di attività è emozionante, sia nell'osservarla che nel praticarla. Inoltre imparare un trick, ovvero un esercizio di giocoleria significa aiutare un bambino a sviluppare capacità di concentrazione, equilibrio, manualità, agilità, motivazione e stima in se stesso. Senza dimenticare il divertimento!

 

 

Chiedi alla tua agenzia di animazione di fiducia la possibiltà di realizzare una festa a tema circo che preveda oltre ai giochi classici, anche quelli circensi ed un laboratorio di giocoleria: la festa di tuo figlio sarà un successo!

 

Ti piace quello che vedi?

Close

Premi i pulsanti qui sotto per seguirci, non te ne pentirai ...